CARBONIA: BASTA DEMONTIS, + 9 SULLA TERZA
Il Carbonia vince di misura sul Siliqua restando a -3 dalla testa. Distanze inalterate poichè il Samassi non molla.
Arriva nel primo tempo il gol che decide la partita, lo firma Demontis al 12′. Punizione rapida di Corona si inserisce  il bomber di Gonnesa e fredda Angioni. Senza Foddi, Serra e Congiu i locali, senza Maccioni e Cossu gli ospiti. Il match è vivace. Il Carbonia lancia nella mischia un classe 2000, Federico Zucca che uscirà tra gli applausi. Siliqua quasi mai pungente, salvo nella ripresa in un “batti e ribatti”, in cui Bove si salva su un Sartorio sempre insidioso. La compagine di Marongiu e’ quella piu’ attrezzata tecnicamente e si permette anche il lusso di sciupare con Corona, due rovesciate spettacolari, e con Contu tiro fuori di poco. Negli ultimi 10 minuti, semina lo scompiglio il neo entrato Alessandro Cosa al quale è mancato solo il gol. Le sue giocate sono entusiasmanti, i dribbling ubriacanti. A qualche minuto dalla fine, il talento arrivato a Dicembre, incanta lo Zoboli mettendo insieme tutto il suo repertorio. A fine partita mister Corsini ammetterà la superiorità degli avversari incontrati dopo un gran cammino dei suoi. Carbonia ora a +9 sul Guspini Terralba, in ko ieri col Quartu 2000. Punto di forza dei biancoblù l’amalgama vincente tra giovani e veterani. I ragazzi di Daga della Juniores, a proposito di giovani, passano alla seconda fase con una giornata d’anticipo dopo la bella vittoria in casa della Frassinetti per 2-0. Un lavoro tutto finalizzato alla prima squadra.
 
MONTEPONI SPROFONDA, VOLA IL CARLOFORTE
Monteponi a -6 dal play-out, e che non ne vuol proprio sapere di riagguantare la tranquillità. La sconfitta di Selargius per 1-0 parla dell’ennesimo passo falso lontano da Iglesias. Le cose si fanno dure. Ora arriva il Carbonia.
 
Si fanno invece ben più rosee le acque per la formazione di Poma. La squadra tabarchina rimonta e vince 3-1 sul Seulo grazie ai sigilli di Lai , Mura e Lazzaro. Carloforte a +10 dalla zona pericolo e che raccoglie ora i frutti di un gran lavoro. Al Giunco sono applausi sentiti per l’ennesima volta, il successo arriva tra l’altro in inferiorità numerica.
 
IL VILLAMASSARGIA GIOCA A TENNIS, PARI NEL FINALE PER IL NARCAO. OSSIGENO PER IL VILLAPERUCCIO.
 
Il Villamassargia travolge il Guasila a domicilio. Le reti sono di Ariu, Corona, Pili, Piras e per due volte Mancosu. La squadra di Farci si trova a 1 punto dal Gonnos che ieri ha impattato con l’ Andromeda. Il 6-0 esterno mostra la grande solidità davanti e dietro.
È pareggio per il Narcao di Serpi. La formazione sulcitana, sotto di un gol e di un uomo, trova un pari meritato dopo il gol del Gergei siglato da Tocco. È Devid Pinna a far impazzire il pubblico casalingo, al 90′, con una rovesciata all’incrocio dei pali.
La Fermassenti esce sconfitta di musura a Senorbì. I ragazzi di Manca si mantengono sempre in corsa per la salvezza. Il  Villaperuccio, privo di Loddo dopo pochi minuti per infortunio, ritrova i 3 punti in casa di un Ostico Sadali e vince il match 2a1.
Pareggia l’ Europa Domusnovas  per 1a1 contro il Seui Arcueri.
 
VOLLEY : IL DERBY ALL’OLIMPIA
 
Finisce 3-1 la sfida del Pala Giacomo Cabras tra Olimpia Sant’Antioco e Sarroch. Gli uomini di Longu hanno rispettato le attese. Si soffre tranne nel 4′ set quando si vince per 25-12. I Commando Lions, trascinatori come sempre, hanno sostenuto Dalmonte e compagni verso la vittoria. E’ sempre 4′ posto a quota 40 punti.