Queste le designazioni arbitrali degli incontri validi per la 2ª giornata del campionato di Promozione. Le gare avranno inizio alle ore 16 salvo diverse disposizioni.

 

ARBUS-CARLOFORTE arbitra Marco Medda di Cagliari (Giacomo Sanna e Riccardo Mastino di Cagliari)

CARBONIA-MONTEPONI IGLESIAS arbitra Gabriele Caggiari di Cagliari (Mario Pinna e Carlo Frongia di Oristano)

FRASSINETTI ELMAS-ATLETICO NARCAO arbitra Giordano Secchi di Carbonia (Filippo Olla e Michele Mainas di Cagliari)

ORROLESE-SENORBI' arbitra Claudio Deiana di Cagliari (Simone Stocchino e Francesco Orru di Cagliari)

SANT'ELENA-QUARTU 2000 arbitra Marco Ambu di Cagliari (Davide Mele di Oristano e Michael Murgia di Cagliari) a Monserrato, erba artificiale, in Piazzale della Pace

SILIQUA BOSA arbitra Eleonora Pili di Cagliari (Monica Ortu e Gabriele Casti di Cagliari)

THARROS-GUSPINI TERRALBA arbitra Diego Massa di Carbonia (Paolo Fele di Nuoro e Alessio Dicorato di Cagliari)

VILLACIDRESE-GIRASOLE arbitra Marco Andrea Bognolo di Olbia (Annamaria Sabiu di Carbonia e Stefano Meloni di Cagliari)

La Ferrini fa già la voce grossa con Sanna e Ferraro,

la San Marco di misura sulla Decimo 07; Feboli beffa l'Uragano:

il Vecchio Borgo parte con una vittoria;

alla Fermassenti il derby con il Tratalias

 

 

Buona la prima per la Ferrini di Panarello, che di fronte al proprio pubblico mette a segno una prova di carattere contro il Sinnai, matricola del girone, e si candida per una stagione da assoluta protagonista, dove l'obbiettivo sarà quello di migliorare il terzo posto ottenuto nella brillante passata stagione.
La partita è piacevole, con le due squadre che si affrontano a viso apero, nonostante il forte vento di maestrale che condiziona le giocate dei 22 in campo.
I padroni di casa cercano sin dalle prime battute di prendere il controllo della manovra, e ci riescono piuttosto bene, rendendosi pericolosi con Angioni e Marcia: alla mezz'ora, il punteggio si sblocca grazie alla rete di Gimmi Sanna, che bagna nel migliore dei modi l'esordio con la sua nuova squadra, capitalizzando al meglio una bella intuizione di Curreli, depositando in rete dopo essersi liberato della marcatura del suo avversario diretto.
Il Sinnai accusa il colpo e finisce ancora sotto: Angioni si incunea in area di rigore avversaria e si procura un calcio di rigore; dal dischetto Ferraro è implacabile.
La Ferrini gestisce il doppio vantaggio abbassando il ritmo delle suo giocate, il Sinnai invece prova a guadagnare terreno e a pochi secondi dal riposo riapre il discorso con un calcio di rigore trasformato da Concas.
Nella ripresa, il Sinnai spinge sull'acceleratore, ma la Ferrini gestisce le sfuriate degli avversari.
Negli ultimi 10 minuti gli ospiti tentano il tutto per tutto, ma Argiolas è decisivo e blinda il risultato; nel recupero, ben sette minuti, il Sinnai cinge d'assedio l'area di rigore dei locali, con ben tre calci d'angolo nell'ultimo minuto, ma il risultato non cambia più e per la Ferrini arrivano i primi tre punti della stagione.

Bella vittoria anche per la neo promossa Villamassargia, che si aggiudica con un perentorio 3 a 1 il confronto con l'Iglesias: a passare in vantaggio sono gli ospiti con Pinna, ma Gioi impatta alla mezz'ora. Nella ripresa, la rimonta dei locali è servita con Pili e Piras su rigore.
Esordio positivo anche per la Fermassenti, che si aggiudica di misura, 1 a 0, lo storico derby con ilTratalias: decide un calcio di rigore magistralmente trasformato da Milia.

L'Halley Assemini strappa tre punti a domicilio nella tana del rinnovato Cus Cagliari: agli asseminesi guidati da Murtas basta una rete di Curcio, ma determinante, ai fini del risultato, il rigore parato da Frau a marcia in pieno tempo di recupero.
Successo esterno che per il Vecchio Borgo di Murgia che batte di misura, in extremis, i rosso neri dell'Uragano Pirri di Chessa, all'esordio in Prima Categoria dopo un'assenza durata 32 anni, penalizzati oltre misura dal risultato dopo una partita gagliarda e di sostanza, benissimo nel primo tempo, in cui forse il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto.
Pesa l'esperienza degli ospiti, che passano, come dicevamo, soltanto all'ultimo, grazie ad una pennellata di Feboli.
Passa, nel terzo successo esterno di giornata, anche il Villasimius sul campo del buon Villasor del presidente Piroddi e del tecnico Ruggiero: le reti, tutte nella ripresa, portano la firma di Cireddu, che sblocca il punteggio per gli ospiti, di Siddi, neo acquisto autore del momentaneo pari sorrese con una punizione da applausi, e di Pinna che decide l'incontro nei minuti finali.
Vittoria casalinga per la San Marco, tra le principali candidate al salto di categoria, contro la rinnovataDecimo 07 dei giovani, con Damiano Bartoli di nuovo al timone dei decimesi: i padroni di casa si impongono grazie al gol su punizione realizzato da Lai nel primo tempo, protagonista, tra i migliori in campo, anche nella ripresa, con la traversa che gli nega la gioia della doppietta personale.

 

 

Resa nota la composizione dei gironi dei campionati di calcio dilettanti nell'isola.

I campionati regionali di calcio di Eccellenza, Promozione e Prima categoria inizieranno il 20 settembre.

 

La Coppa Italia dilettanti il 6 e 13 settembre.

Ecco la composizione dei gironi dei vari campionati:

ECCELLENZA

Atletico Uri, Calangianus, Castelsardo, Ferrini Cagliari, Ghilarza, La Palma Monte Urpinu, Latte Dolce, Monastir, Porto Corallo, San Teodoro, Selargius, Taloro, Tergu Plubium, Tonara, Tortolì, Valledoria.

PROMOZIONE

Girone A

Arbus, Atletico Narcao, Bosa, Carbonia, Carloforte, Frassinetti Elmas, Girasole, Guspini Terralba, Monteponi Iglesias, Orrolese, Quartu 2000, Sant Elena, Senorbì, Siliqua, Tharros.

Girone B

Alghero, Bonorva, Dorgalese, Fertilia, Fonni, Ilvamaddalena, Lauras, Macomerese, Montalbo, Ozierese, Porto Torres, Sef Tempio, Siniscola, Sorso, Stintino.

PRIMA CATEGORIA

Girone A

Cus Cagliari, Decimo 07, Europa 2008, Fermassenti, Ferrini Quartu, Halley Assemini, Iglesias, San Marco, San Vito, Sinnai, Tratalias, Uragano Pirri, Vecchi Borgo Sant Elia, Villamassargia, Villasimius, Villasor.

Girone B

Abbasanta, Allai, Andromeda, Arborea, Atletico Cabras, Borore, Freccia Mogoro, Gonnosfanadiga, Libertas Barumini, Oristanese, Ottana, Samassi, Samugheo, Santa Giusta, Serramanna, Virtus Villamar.

Girone C

Aritzo, Barisardo, Baunese, Cannonau Jerzu, Cardedu, Castor Tortolì, Gennargentu, Idolo, Ovodda, Perdasdefogu, Real Villanovatulo, Sadali, Seui, Seulo 2010, Triei, Villagrande.

Girone D

Atletico Maddalena, Bardia, Bittese, Buddusò, Corrasi Junior, Fanum Orosei, La Caletta, Luogosanto, Monti di Mola, Ollolai, Golfo Aranci, Posada, Porto Rotondo, Santu Predu, Tavolara, Tuttavista.

Girone E

Atletico Bono, Berchidda, Burgos, Calcio Tissi, Codrongianos, Cus Sassari, Lanteri Sassari, Macomer, Malaspina, Mesu e Rios, Olmedo, Oschirese, Ossese, Ottava, Pozzomaggiore, Thiesi.

 

 Sono ben trentacinque le società che causa problemi economici non cominceranno la stagione agonistica 2015/2016 e che pertanto spariscono dalla geografia del calcio dilettantistico isolano. Questo l’elenco reso noto dal Comitato regionale Figc.

Accademia Dolianova, Ardara, Cannigione, Folgore 2012 Gonnoscodina, Nuova Sanlurese, Polisportiva Orunese, ASD Quartucciu, La Corte, Real Porto Pino Sant’Anna Arresi, Polisportiva Gadoni, Siamanna 2000, Palmas 95, Polisportiva Sardara 1983, Mediterranea Olbia, Robur Sennori, Calcio San Sperate, Trisailis Villagrande Strisaili, Vigor Capoterra, Buggerru, Barbusi, Alerese Ales, Masullese Masullas, Cargeghe, Mara, Muros, Osilese, Pietraia Alghero, Atletico Bacu Abis, Italpiombo San Gavino, Lanusei 2014, Sporting Valledoria, Is Arenas Quartu Sant’Elena, Ardauli, Sanluri, Bindua.

In base all’articolo 110 punto 1 delle normative Figc, i calciatori vincolati alle suddette società sono liberi d’ufficio e possono quindi possono esseresseratiper qualsiasi altra squadra, sottoscrivendo il modulo di “nuovo tesseramento” alla Figc.

A queste dolorose rinunce fanno però da riscontro le ben duecentododici formazioni che a partire dal 4 ottobre prossimo si daranno battaglia nel nuovo campionato di Seconda categoria, un torneo dove sicuramente non mancheranno i motivi d’interesse, visti i tantissimi derby in programma.

Manuel Contu è il nuovo allenatore della formazione juniores del Carbonia. Lo ha annunciato la società biancoblù con una breve nota pubblicata sul suo profilo facebook. Originario di Gonnesa, 39 anni, operaio Alcoa, Manuel Contu ha maturato un’esperienza lunga 12 anni nei settori giovanili del Gonnesa tra allievi e juniores (vincendo 2 Coppe Santa Barbara; dell’Atletico Cortoghiana nella categoria juniores e, nelle ultime tre stagioni, nell’Asd Iglesias, categoria juniores.

«Ringrazio il presidente Carlo Foti, la famiglia Giganti, il direttore sportivo Ferruccio Atzori, il Direttore Generale Stefano Canu e tutta la dirigenza del Carbonia Calcio per la fiducia che stanno riponendo nella mia persona – scrive Manuel Contu su facebook -, fiducia che spero di ricambiare con risultati concreti sul campo. Arrivare in una società così blasonata e importante, senza nulla togliere alle altre società in cui sono stato, rappresenta per me, dopo 8 stagioni ininterrotte in panchina, un salto di qualità, un nuovo inizio: è un pò come quando giochi ad un videogioco e completi un livello; il successivo è sempre più difficile e irto di insidie e imprevisti. Sta a me mettermi alla prova, alzare la famosa asticella e dimostrare di poter far bene anche in questo contesto. Un compito sicuramente facilitato dalla presenza in prima squadra del mister Andrea Marongiu e dal preparatore dei portieri Tore Pippia, grandi tecnici ed amici e dalla presenza di Maurizio Finà, mister capace e persona squisita, confermatissimo alla guida degli allievi Elite. Mi dovrò rapportare principalmente con loro – aggiunge Manuel Contu – ma il mio augurio di buon lavoro va anche ad Antonello Marongiu, Mister dei giovanissimi Elite, a tutti i tecnici ed al Responsabile del Settore Giovanile Pino Giganti. Unire le competenze e le sinergie di tutti con l’unico obiettivo di accrescere ancor di più il valore di un settore giovanile già ottimo e che rappresenta, ormai da parecchie stagioni – conclude Manuel Contu -, le solide fondamenta di una Società e di una prima squadra che questa stagione ci farà sicuramente divertire.»